SONDAGGIO

Chi vincerà il Culo d'Oro 2016:

OGNUNO DI NOI

Prima di presentare tutti i componenti di quella banda di bighelloni, trovo utile raccontare la storia di come è nato il gruppo dei “ VAN DA PARLUR” ( per gli amici e futuri simpatizzanti d’oltre continente traduciamo il significato“ VANNO DA SOLI”)

La banda nasce il giorno di venerdì, quando questi nullafacenti (ormai quasi tutti professionisti del tempo libero) si trovano per la partitella a carte del fine settimana, tra una cazzata e l’altra qualcuno chiede all’Armando che fine ha fatto quel messaggio trovato nella bottiglia un anno fa, lo devo avere messo da qualche parte risponde, ma perchè non riprenderlo e costruirci sopra una storia che assomigli a una vacanza per soli uomini, e fu presto detto, ci costruimmo la storia, ma a quel punto ci mancava una motivazione che avesse un filo logico ecco allora nascere i”VAN DA PARLUR” con tutto quello che segue.

Per tenere insieme il gruppo e dare continuità alla motivazione ci inventiamo un vero torneo a carte che dura tutto l’anno e come ogni torneo che si rispetti alla fine ci sarà un vincitore a cui verrà assegnato un premio e il titolo di “CULO DORO”.

La descrizione dei personaggi qui rappresentati è di mia personale intuizione ed è stata fatta in modo goliardico, dico ai signori qui descritti non incazzatevi è un gioco, se vi va bene, bene, se no dovete accettarlo comunque, visto che non ce ne sono altri a raccontarvi.

Ora possiamo incontrare i componenti della commedia

ADELIO

Detto MERA è la nostra agenzia viaggi per eccellenza, fedele scudiero del reggente, e sempre in lotta per ogni classifica. tanto da diventare in questi anni il CULO DORO per eccellenza. Lui dice che è solo bravura ma ultimamente è sorto qualche sospetto: non è che tenere la tabella delle classifiche alla fine comporti qualche piccolo aiutino.

ANTONIO

Detto Don Antonio il viaggiatore, dipendente dello stato e professionista del tempo libero, in attesa di vincere a carte si dedica al golf, alla fine poi è sempre una questione di palline, c'è chi le mette in buca chi invece le mette sulla tabella. Però fate attenzione sembra che ultimamente l'aria è cambiata e dopo aver vinto il CULO DI CARTONE si appresta a vincere quello DORO.

ARMANDO

Detto ARMANDINO, tesoriere del gruppo, dipendente dello Stato e professionista del tempo libero, ha sempre un'aria misteriosa, sembra assente ma ci osserva tutti , e poi, quando alla fine della serata qualcuno facendo finta di niente cerca di andarsene senza pagare, Armandino, prima lo fulmina con gli occhi e poi con voce imponente lo intima a passare alla cassa. Ultimamente è stato insignito meritatamente dal premio "FOTOGRAFO DELL'ANNO".

AUGUSTO

Dipendente dello Stato e professionista del tempo libero, si vanta di essere l'ultimo nostalgico comunista, è una pallina rossa in un cesto di palline colorate, e sembra che ci stia molto bene, lui dice di no, vedremo se son rose fioriranno. E' insieme all'altro, il capisone del gruppo, la nostra enciclopedia in movimento. Ma come ogni cosa c'è una nota stonata, è tifoso della Lazio.

DANILO

Libero professionista, dispensatore di pillole antidepressive contro i piangina e consigli per i perdenti. Lui continua a predicare abbiate fede prima o poi toccherà anche voi di vincere, ma anche lui dopo una culatata è un po' che non vince. Fede interista ma sportivo, è l'antagonista numero uno del Mera per quello che concerne l'ambito premio del CULO DORO, ma ahimè non ha ancora toccato la massima espressione del Mera in quel posto

EDO I°

Contribuente dello stato, anche lui professionista del tempo libero. E' il Reggente dei "Van Da Parlur" con il nome di Sir EDWARD III. Depositario della storia dei VAN DA PARLUR insieme al MERA è l'ideologo del gruppo, grande elargitore di risorse, e proprio per questo alcuni cospiratori hanno tentato più volte di destituirlo, ma il popolo (il gruppo) all'unanimità l'ha rieletto, inattaccabile la sua reggenza "Lunga vita al Reggente"

EDO II°

Detto NUTI dipendente dello stato e professionista del tempo libero, scudiero e amico fedele del Reggente incorruttibile non fa sconti a nessuno, dispensatore di battute ironiche, ne ha per tutti, difficile prenderlo in castagna Sfortunato nel gioco, le sue capacità meriterebbero miglior fortuna, ma si sa che la fortuna è cieca e siccome lui ci vede benissimo, la fortuna molte volte gli volta le spalle e si vendica.

ERCOLE

Dipendente dello Stato e professionista del tempo libero, concorre al premio "lacrima d'oro", insieme a qualcun altro, intoccabile quando perde, è solo sfortuna dice lui , ma non sempre diciamo noi, e lì chi la dura la vince, quasi sempre la vince lui. Cultore d'eleganza, nel fisico e nel portamento sempre perfetto a volte però si lascia andare, ma sono momenti di sbandamento, il tempo di un attimo e ritorna il figo che conosciamo.

GIULIO

Detto il silenzioso, è il personaggio più serio e tranquillo del gruppo, tanto che una volta da qualcuno che tramava dietro le quinte, è stato forviato a mettersi in concorrenza per la Reggenza. Certamente per gioco, ma intanto ci hanno provato, purtroppo sono rimasti tutti e due con il cerino spento in mano. A parte questa storia il Giulio è un gran signore, arriva sempre un po' sul tardi però, non rompe, non si lamenta e quando perde non prende neanche tante scuse, paga e tace.

LUCIANO

Detto LUICK, l'uomo del mistero, essere o non essere professionista del tempo libero, dilemma, c'è un tempo per tutte le cose e prima o poi il dilemma si scioglierà. Comunque l'uomo del mistero è l'hombre della tarda, fa parte della compagnia dei "tri cu, culatoni per eccellenza" (nel gioco delle carte si intende) Non si sa mai quando arriva, ma dopo grande attesa arriva e con quella faccia tosta che si tiene, gioca e vince, (senz'altro c'è sotto qualche mistero)

MAURIZIO

Detto BOBO Dipendente dello Stato e professionista del tempo libero. Vincitore per due anni consecutivi del premio CULO DI CARTONE, è entrato da poco e a pieno merito anche lui nella compagnia dei "tri cu", da voci indiscrete (voci di popolo voci di Dio) sappiamo che sta prendendo lezioni da un grande cartofilo interista. Nel frattempo si dedica alla pesca, vero terrore dei pesci, quando appare sulle rive dei fiumi scatena uno tsunami.

PINUCCIO

Detto PINO dipendente dello Stato e professionista del tempo libero, l'altro capisone del gruppo, anche lui insignito di "enciclopedia in movimento", con la differenza che quando non le sa le inventa, (provate a chiedergli quanti piedi ha un millepiedi è capace di dirvi non solo il quantitativo dei piedi, ma anche il numero delle scarpe che portano) altro elemento è il ruolo ormai riconosciutogli con il premio " MARRON DORO" con la citazione "non fracassare i maroni altrui, se proprio non puoi farne a meno, fracassati i tuoi"

RENATO

Detto NINI dipendente dello Stato e professionista del tempo libero, principe del lamento, anche lui in corsa per strappare il titolo di CULO DORO al MERA, intoccabile quando perde a carte, pur di vincere è disponibile a cambiare perfino i regolamenti elementari del gioco delle carte. Sa stare al gioco, fino a quando il gioco è dalla sua parte, ma se il gioco lo tradisce poveri noi, meglio non inveire.

SANDRO

Detto FEMO dipendente dello Stato e professionista (a metà servizio) del tempo libero, fu il grande cospiratore, storica la frase che disse "tre bottiglie di bonarda per un regno", peccato, che il tentativo sia fallito. E' uno dei grandi viaggiatori del gruppo, sempre alla scoperta di nuovi paesi, e di avventure (quali avventure lo sa solo lui) Da poco è stato insignito del premio " VOLANTE DORO"

PIERO

Detto PIER dipendente dello Stato e professionista del tempo libero (così dice lui il tempo libero lo sa solo lui dove lo trova) fa parte anche lui della compagnia dei "tri cu", quando gioca e comincia a fischiare, apriti cielo (scusate apriti culo) e allora sono dolori per tutti. Almeno sapesse fischiare